Documenti e contratti

Documenti per aprire un conto corrente

I documenti per aprire un conto corrente non sono molti di solito e le procedure generalmente sono molto semplici.

Che si opti per un conto corrente presso la filiale fisica di una banca oppure per un conto on line, oggi molto più diffusi rispetto anche a soli cinque anni fa, i documenti che servono sono più o meno gli stessi.
In estrema sintesi, sono quelli che consentono all’istituto bancario l’identificazione dell’utente. E quindi, per un cittadino italiano maggiorenne, si parla semplicemente di essere muniti di:

  • tesserino del codice fiscale;
  • un documento di identità.

Se il conto corrente è intestato ad un minorenne, sono necessari i documenti sia del minore che quelli di chi esercita la patria potestà.

Aprire un conto corrente in una filiale bancaria:
Recandosi in agenzia, i documenti devono essere mostrati in originale. Alla banca serve una fotocopia per l’archivio ma solitamente l’impiegato della filiale non ha problemi a fotocopiare il documento, perciò non è necessario portarsi copie già pronte.

Potrebbero essere richiesti anche altri documenti in relazione ad offerte particolari sui conti correnti: ad esempio, documenti che attestano la propria condizione di studente o di dipendente di un’azienda convenzionata, qualora il conto che si vuole aprire sia di un tipo speciale riservato a queste categorie.

Può capitare che la banca chieda anche una busta paga o una copia del contratto di lavoro: è bene sapere che non si tratta di un requisito per l’apertura del contro corrente, ma semplicemente di una consuetudine di alcuni istituti che vogliono verificare così l’affidabilità del nuovo cliente. La mancanza di una busta paga, infatti, non è certo un impedimento all’apertura del conto; potrebbe esserlo, invece, una storia personale che ci ha marchiati come “cattivi pagatori” quali episodi di fallimenti o di debiti non rimborsati con altri istituti di credito.

Normalmente, però, tutta la procedura si svolge in modo semplice e veloce, nonostante i molti moduli da compilare e firmare, dalla richiesta di apertura del c/c fino all’informativa della privacy. Anche l’attivazione di servizi accessori come il bancomat o l’home banking di solito non prevede niente di più che altri moduli per le rispettive richieste di attivazione e accettazione delle condizioni.

Aprire un conto corrente online:
Effettuando tutta la procedura online la sostanza non cambia: data, però, l’impossibilità fisica di verificare il documento da parte degli impiegati della banca, si chiede al futuro cliente di riempire le apposite schede online con il numero di codice fiscale e gli estremi del documento di identità.

La procedura non è particolarmente complessa e anche chi non ha molta dimestichezza con i computer dovrebbe essere in grado di portarla a termine in autonomia, senza contare che l’assistenza online e telefonica è sempre presente. La documentazione cartacea viene poi spedita per posta a casa del nuovo correntista.

Il conto corrente online viene scelto sempre più spesso grazie ai bassi costi, spesso concorrenziali. Per procedere all’attivazione di un conto corrente in modo semplice e sicuro, vi invitiamo a verificare le condizioni offerte dagli istituti bancari direttamente dal nostro sito, dove troverete i link alle migliori offerte di conto corrente.